Ripristino

La lavorazione di materiali sempre più tenaci o non perfettamente omogenei, così come l’esecuzione della brocciatura ad alta velocità può danneggiare i taglienti della broccia o usurarli in modo importante.

È necessario quindi che siano sottoposti a ripristino funzionale affinché si possa continuare ad operare in modo efficace e preciso.

I principali inconvenienti a cui le brocce sono soggette sono i seguenti:

  1. Usura dei taglienti
  2. Scheggiature degli spigoli
  3. Grippaggio e incollatura di materiale sui fianchi
  4. Rottura della broccia

Per il ripristino della broccia, nei casi a) e b) bisogna riprendere l’incremento dei denti ed eseguire la spoglia superficiale, mentre nel caso c) molto più complesso è necessario ripassare il profilo della broccia per asportare il materiale presente sui fianchi. Nei primi tre casi il ripristino può comunque essere eseguito senza troppi problemi, ma nel caso di rottura dell’utensile, bisogna verificare prima se è possibile la riparazione o l’eventuale saldatura.

La rottura della broccia può essere provocata da molteplici errori di impiego, i principali sono:

  • Foro da brocciare stretto o non in tolleranza;
  • Durezza eccessiva dei particolari;
  • Azionamento della macchina brocciatrice errato;
  • Assenza o inadeguatezza del lubro-refrigerante;
  • In caso di brocciatura automatica, la mancanza di personale specializzato che assista l’attività di brocciatura e che intervenga prontamente in caso di problemi.

Se un pezzo si blocca durante la lavorazione è consigliabile asportarlo di tornitura, senza forzare ulteriormente nel tentativo di liberarlo, così da limitare i danni ed evitare il rischio di rompere la broccia.

A richiesta, in BART si eseguono tutti i tipi di riparazione, di ripristino o di modifica, compreso il riporto di nuovi coduli di trazione e di sollevamento nonché la sbavatura delle brocce dopo la riaffilatura.